Category: Rassegna Stampa
28 gennaio 2014,
 Off

PiazzaUNA PIAZZA SCENOGRAFICA
da CARRIERE & PROFESSIONI n. 1 del fabbraio 2009 periodico
in allegato a IL GIORNALE


Progetti internazionali – riflessioni – abitare – design – bio-architettura – interni – tendenze- arte – speciale restauro – riqualificazione urbanistica – grandi studi – pianificazione.

di Paolo Tosoni

Una vasta area vuota per edificare il centro, finora inesistente, di Arcugnano. Un piccolo “brano di città”, al cui interno trova identità e collocazione una piazza. Con questo progetto, lo studio Amatori punta a trasformare l’edilizia in architettura.

“Penso che il senso del mestiere dell’architetto sia far nascere una magica atmosfera attraverso l’uso attento dei materiali e le invenzioni delle scenografia”. E Mirko Amatori, architetto di Vicenza, quella “magica atmosfera” è riuscito a ricostruirla ad Arcugnano, piccolo paese della provincia vicentina. Qui Mirko e Gabriella Amatori, che condividono la carriera professionale, si sono occupati della riqualificazione degli edifici del centro storico. Un progetto integrato che ha visto la realizzazione di una vasta area vuota, creando quel “centro” prima inesistente del paese, utilizzando forme e immagini tradizionali. E’ nato così un piccolo brano di città: una piazza, negozi, residenze, uffici pubblici e privati. Nuovi edifici per un totale di quasi 30mila metri cubi. Il tutto è stato costruito a misura d’uomo, rispettando la tradizione urbanistica dei piccoli borghi veneti. Il progetto, premiato nel 2005 con il Premio urbanistica e pianificazione territoriale della Giunta regionale veneta, esprime al meglio la filosofia progettuale di Mirko e Gabriella Amatori, un po’ architetti, un po’ artisti. Perché il fare dell’artista è supportato dall’organizzazione tecnica, quasi il rovescio della stessa medaglia. “L’anima dell’artista fruga dentro l’edilizia per farla diventare architettura”, spiega Gabriella Amatori. E’ questo il valore aggiungo del nostro modo di operare. “Costruire bello o costruire brutto costa sempre lo stesso denaro. Cambia di molto l’esperienza emozionale e la vendibilità della mia opera”. Il valore aggiunto del loro modo di operare è la creazione di qualità e valore a partire dai dati specifici che il cliente e il contesto suggeriscono. Un’interpretazione e un rafforzamento di quanto sogna il cliente, per creare bellezza e valore.

Comments are closed.