Category: Rassegna Stampa
31 luglio 2015,
 0

ACCENNI

da ACCENNI n. 18

estate 2013


gabri_accenni_2

Amo usare questo termine per me sinonimo di creatività in continuo movimento che interessa ogni progetto di architettura ma continuo a sostenere che le regole dell’architettura rimangono sempre le stesse fin dai tempi dell’antichità.

Da più di trent’anni progetto e creo, chiavi in mano, sogni e desideri dei nostri clienti, dalla progettazione alla realizzazione completa seguendo con passione e determinazione tutto il processo.
A volte affermo che ho sposato il lavoro, sempre messo al primo posto, senza mai orari fissi perché sempre motivata e ispirata dalla passione per questa attività. Sono perfezionista di natura e guardo sempre all’obbiettivo finale, i problemi non esistono, la soluzione c’è sempre. Devo questo a mio padre come il senso del dovere, della responsabilità e il valore della trasparenza.
Continuo a dire che l’architettura è “semplicemente semplice”, fatta di forme armoniche, di proporzioni, di assi visivi e prospettive che stanno nella nostra storia: basta anche solo osservare la natura per ritrovare quell’armonia e quella perfezione da trasferire in ogni progetto.
Il rapporto tra esterno e interno deve diventare un tutt’uno, deve essere uno il prosieguo dell’altro: del resto il Palladio recitava: “Il vero giardino è la natura e il mio giardino è ciò che vedo dalla finestra della mia casa. Quando costruisco la mia casa cosa vedo dalla finestra?
E’ proprio su questo concetto che si basa un buon progetto, quello che si integra nel territorio, che si cala in punta di piedi e dialoga con il contesto in una forma di perfezione assoluta e a misura d’uomo, come se esistesse da sempre.

I PROGETTI

Un percorso condiviso con mio fratello Mirko, fondatore dello studio: progetti di ristrutturazione, restauro, nuova costruzione, arredamento, design. Edifici residenziali, direzionali, commerciali, turistici. Dal piccolo appartamento, alla villa, al residence, al grande complesso immobiliare, hotel, strutture turistiche portuali, stands e tutto ciò che dialoga con l’architettura. Ogni progetto è condotto con il massimo rispetto per il cliente, cercando di trasferire nel progetto l’anima del cliente stesso. Dialogando con il cliente, progettando con lui, stabilendo costi e oneri fissi sin dall’inizio senza incidenti di percorso, seguendo qualsiasi fase amministrativa, esecutiva e contrattualistica, seguendo la direzione lavori e il coordinamento di tutta la filiera fino alla fine lavori chiavi in mano, sgravando il cliente da qualsiasi incombenza se non l’incarico di assaporare il piacere di guardare l’opera nel suo procedere. Ogni stile architettonico è bellissimo se usato correttamente: “Una ricetta riesce bene se gli ingredienti soo sapientemente dosati”.

FILOSOFIA

Costruire bello o brutto costa gli stessi soldi, il bello si vende sempre e si rivaluta, garantendo al cliente una soddisfazione superiore a quello che ha pagato. “Tutto ciò che creo deve sopravvivere al tempo oltre le mode e le tendenze…e parlando da donna mi sento responsabile di ciò che lascio ai miei figli”.

FUTURO

Il mio sogno è riuscire a creare riqualificazione urbana attraverso un percorso e un dialogo tra pubblico e privato: “il degrado del territorio porta al degrado sociale. La valorizzazione del territorio influisce sulla psiche e porta un messaggio positivo alla società e penso che la riqualificazione del nostro patrimonio sia possibile, anche in tempi di crisi”.

Comments are closed.

This template supports the sidebar's widgets. Add one or use Full Width layout.