Category: Rassegna Stampa
28 gennaio 2014,
 Off

0020

 

LA CASA TERAPEUTICA
da LOOK n. 18 del dicembre 2000
a cura di Mirko Amatori architetto in Vicenza


Tutti gli accorgimenti affinché una casa trasmetta benessere.

Vi è mai capitato di aver un amico che durante le vacanze non si sposta per godersi la casa? Ha finito i traslochi da alcuni mesi, vuole sedersi sul divano, riposare e contemplare il frutto della sua fatica. Forse passeggia su è giù, si ferma per ammirare quello scorcio, si rispecchia in quegli spazi aperti, assapora, la linea di profondità visiva, è tutto soddisfatto del pavimento colorato scelto, anche i rumori si sentono meno qui. Pensateci bene, se avete un amico così, allora quell’amico possiede la casa terapeutica, una casa che gli trasmette benessere e relax, un luogo per allontanare lo stress. Se ricevesse massaggi dalla moglie (o viceversa) si potrebbe dire che quella è una beauty farm. Una casa che è il tuo rifugio, fatta a tua misura, quella che ti meritavi da tempo.

Il mio medico ha comprato una villa palladiana e lui dice che quando entra in casa si sente trasformato. Io architetto l’ho lodato per l’azione meritoria di restaurare una villa veneta, lui mi ha raccontato quanto sta bene dentro. E’ bene prendere nota di tutti i particolari che si vogliono realizzare nella nuova casa, è bene scavare nella memoria e ricordarsi di particolari, di soluzioni, di forme che sono rimaste impresse. Perchè quelle mi piacevano e ora vorrei ritrovarle in qualche angolo di casa mia.
Se sono un collezionista di qualsiasi cosa, allora penso le pareti come possibilità di esporre al meglio i miei oggetti. Mi raffiguro ogni parete e scelgo gli oggetti da far vedere. Se ad esempio coltivate i fiori ed amate una casa fiorita, pensate a dove mettere i vasi, chiedete all’architetto di predisporre supporti metallici o di pietra fin dalla costruzione grezza. Se il vostro piacere è ascoltare musica in libertà, fatevi realizzare una stanza ben insonorizzata, oggi vendono pannelli fonoassorbenti in spugna colorata che rendono divertente un piccolo rifugio. Se vi piace ammirare le vostre armi, l’armadio a vetro blindato verrà incastonato dentro i mobili in bella mostra, al centro dell’asse visivo, in modo da dare la giusta importanza a quegli oggetti a voi cari ed il vostro studio risulterà più accogliente, più importante per voi. Se il vostro sogno è uscire dalla cucina e mettere i piedi per terra, la soluzione sarà possibilmente una casa orizzontale, per stare ancorati alla terra, ai fiori, all’erba tagliata di fresco. E’ bene che l’architetto faccia esprimere i clienti, che estragga i ricordi, le sensazioni del cliente che finalmente, dopo anni di attesa, costruice una CASA SUA dove si rispecchia, dove dimentica, dove si rilassa.

La casa che qui presento è stata realizzata anni fa su esplicita richiesta della cliente. La signora collezione bambole, preziosi oggetti di antiquariato che abili artigiani-cultori hanno confezionato ispirandosi ai modelli reali nelle varie epoche storiche. Un lavoro in miniatura che trasmette in tatto lo splendore ed il fascino del modello. La casa doveva essere bella da guardare, un po’ sospesa nel sogno, atmosfera romantica stile inglese. Lo spirito che trasmettevano quelle bambole, a Lei tanto care, dovevo renderlo chiaro nella casa perché questo mi chiedeva la Signora.

Ecco allora comporsi un prospetto con simmetrie elementari, molto precise, serramenti bianchi lavorati, una casa sognata da molto tempo e portata alla luce. Una casa terapeutica, perché ogni giorno la signora dice “quanto è bello”, una casa che sente ogni giorno sua, il luogo fiabesco della sua vita e della sua collezione. Vi ricordae la sensazione di ben stare dentro il vestito nuovo l’ultima volta? Ecco, se la casa esprime questa sensazione di benessere, allora la casa è giusta e l’architetto potrà dire di aver fatto un buon lavoro. All’interno, una scala molto scenografica posta all’incrocio degli assi definisce gli ambiti spazi e costituisce il perno dell’impianto compositivo. La classica testa di cavallo posta sopra il pilastro centrale viene illuminata dall’alto dalla grande luce circolare. La luce del sole scende dall’alto con effetto museale, spinge gli occhi verso l’alto a cercare il cielo, è diventata protagonista dell’architettura interna.

Sappiamo che è bellissimo il mattino affacciarsi nel ballatoio circolare, trovare il cavallo di marmo inondato di luce, è bellissimo affacciarsi in questo piccolo teatro domestico. La linea visiva, lungo l’asse d’ingresso è esaltata dai due serramenti contrapposti uguali perfetti, la chiusura viene eseguita con robusti pannelli scorrevoli a scomparsa dentro i muri. In tal modo, le chiusure non si vedono dall’esterno e i serramenti all’inglese sono sempre visibili. Molto interessante la profondità del serramento aggettante verso l’esterno, che permette di portare sul davanzale i gerani rosa senza toglierli la sera per la chiusura dei balconi. Tutti i bagni sono stati eseguiti in marmo rosa Norvegia, uniformando l’intervento estetico. Per trasmettere relax, la casa deve essere sicura.

Nel prossimo numero parleremo della “casa sicura”, evidenziando quanto la tecnologia oggi ci offre per proteggere e garantire la nostra sicurezza.

Comments are closed.